Diario D’ Alta Via è un progetto ideato, prodotto e vissuto da Michele Ferroni, artista e rapper genovese noto come Mike Fc (Mike from Campo). Un lavoro sfidante e innovativo per il cantautore che, in questo cortometraggio, ci accompagna a scoprire le bellezze naturali della Liguria, viste da una prospettiva tutta nuova. Diario d’ Alta Via nasce come avventura “on the road”. Attraverso le riprese, gestite e accuratamente selezionate da Mike, chi guarda ha la possibilità di immedesimarsi nell’ autore che racconta, in modo sapiente e divertente come, con impegno e determinazione, sia possibile raggiungere i propri obiettivi e condividerli, per renderli tangibili e alla portata di tutti. Diario d’ Alta Via promuove i luoghi meravigliosi delle alture liguri e lo fa utilizzando un linguaggio semplice e diretto, adatto a tutte le età. La scelta stilistica, frutto di un attento studio e delle indiscutibili capacità del regista, sottolineano non solo le potenzialità turistiche tipiche della nostra regione, ma ne sviluppano il concetto, sotteso ed importante, di come sia ipotizzabile e fondamentale attivarsi per la valorizzazione del nostro territorio, “un abbraccio tra i monti e il mare” (come canta Ferroni in uno dei suoi brani più popolari) capace di suscitare emozioni e senso di appartenenza per chi è ligure e guarda questo film con “gli occhi di casa” ma anche curiosità in chi è “foresto” e non ha ancora avuto occasione di conoscere l’ incanto boschivo e rurale de l’ Alta Via. Il documentario, inoltre, grazie alla sua impostazione linguistica efficace (scelte musicali tattiche e dialettica fluente) rappresenta uno strumento didattico di alto livello, che, a nostro avviso, può essere attivato nelle scuole per attivare un percorso conoscitivo e valorativo sia dal punto di vista prettamente scolastico che espressivo e lessicale. Ma c’è di più, Diario d’ Alta Via rappresenta un percorso poetico. 430 km che si sviluppano non solo nel visibile, ma che permettono di esplorare il concetto di viaggio inteso come necessità di prendere una pausa per accogliere se stessi, i tempi e gli spazi necessari per comprendere i propri ritmi che si fondono con l’ esigenza di abbracciare la lentezza, emotiva e sociale, di cui spesso ci dimentichiamo.  Detto questo non possiamo far altro che ringraziare Mike per aver ideato e condiviso questo progetto così importante e innovativo. A tutti voi, invece, auguriamo buona visione, sicuri che condividerete il nostro punto di vista e vi immergerete nella magia de l’ Alta Via, magari riscoprendo quella “Coae de cantà” con le spalle protette dalle nostre montagne e la meraviglia del mare ad illuminare gli occhi, vivendone l’ incanto, la passione e l’ idea che partire, spesso, è un atto dovuto a noi stessi e con un po’ di organizzazione e buona volontà possiamo partire per l’ avventura più grande di tutte …. la nostra 🙂

http://www.youtube.com/watch?y=4SwCJmJo1lQ

Denise e Michele Calamita