Chi di noi non ha mai sognato, almeno una volta, di vivere un’altra epoca? E socchiudendo gli occhi in un attimo si è trovato a Parigi, sotto la Tour Eiffel, indossando Chiffon dalle grandi ampiezze, incorniciato da preziosi e luccicanti particolari. E chi non ha mai desiderato, sottovoce, gli anni della rivoluzione. I 60s, il baby boom, le minigonne che dissacravano il senso del pudico a favore della donna del futuro: forte, determinata, in contrasto con le regole preposte, che sa dire la sua. La moda, da quando esiste, è onirico, creatività che, lungo le passerelle, traduce l’ incedere del moderno che avanza, interpretandone i messaggi attraverso stili dalle infinite e complesse sfaccettature.I materiali, i colori, i dettagli sono parole silenziose che descrivono sapientemente i tempi e chi li indossa – dice Lucia Barboni – fashion blogger, style coach e conduttrice di una rubrica a tema su Radio Web Terracina. La moda è Art á Porter, le opere d’arte lasciano i quadri e diventano palpabili, a portata di pubblico, entrano a far parte del quotidiano e la nuova figura del fashion blogger ne agevola l’ ingresso, rendendo questi sogni su stoffa facilmente raggiungibili attraverso i canali social. La moda è viaggio, specchio del mondo che cambia e che a sua volta è influenzato dalle Maisons che propongono la loro visione del presente.La realtà è plasmata attraverso colori cangianti, dettagli minimal e accessori che scendono a patti con la purezza rappresentativa per lasciare spazio alla funzionalità. La donna del 2020 è iper-girly – continua Lucia – romantica, diva, sensuale e trasgressiva, padrona della sua essenza e femminilità. Il ruolo dell’influencer è quello di guidare i followers attraverso scelte oculate e consapevoli tra le molteplici possibilità offerte dalle tante case di moda.Ognuno è portavoce di bellezza intrinseca; la cura di sé, un filo di trucco adeguato e un bel vestito in tono con il proprio mood interiore fanno sì che ciascuno possa esprimere al meglio la propria identità. Tanti piccoli dettagli, insieme, propongono un’ immagine di donna vincente, finalmente libera e capace di leggere il presente, orientandosi con fiducia verso il domani. Il messaggio che deve arrivare ai followers, fashion addicted – conclude la Barboni – è che affrontare ogni situazione con positività, curandosi di sé stessi, è una buona risorsa per tutti in quanto produce benessere sia a livello fisico che mentale.